registratore telematico - decreto crescita e trasmissione dei corrispettivi

Registratore telematico: premessa

L’arrivo del registratore telematico è strettamente legato al decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019 italiana e si applicherà dal 1° luglio 2019 alle attività commerciali al dettaglio che hanno un fatturato di oltre 400 mila euro annui e poi dal 1° gennaio 2020 a tutte le altre. 

Lo scopo è quello di attuare una misura antievasione che permetta all’Agenzia delle entrate di verificare in tempo reale gli importi delle vendite e il confronto tra l’IVA pagata e il volume dei rifornimenti delle merci.

Registratore telematico: che cos’è?

Un registratore telematico è una evoluzione del vecchio misuratore fiscale  che rispetto al vecchio sistema ha la capacità di inviare in tempo reale i dati di vendita dell’attività commerciale direttamente all’Agenzia delle Entrate e solleva gli esercenti dal compilare il registro dei corrispettivi. 

Vantaggi per l’esercente:

non è più necessario compilare il registro dei corrispettivi;

più sicurezza nella conservazione dei dati perché non c’è più il rischio di perdere dei documenti;

autenticità dei dati trasmessi senza rischio di errori;

Registratore telematico: Componenti.

Così come il vecchio misuratore fiscale, il registratore telematico ha:

DGFE removibile, una sorta di giornale di fondo che registra tutte le transazioni;
memoria fiscale, non accessibile all’utente, che registra le chiusure fiscali;
stampante termica per l’emissione dello scontrino cartaceo (che rimane sempre obbligatorio).

A queste componenti, si aggiunge la capacità di inoltrare quasi in tempo reale, tramite connessione internet, tutti i dati fiscali registrati direttamente all’Agenzia delle Entrate.

Per completare il punto cassa, il registratore telematico può essere collegato a:

torretta a doppio display, uno lato esercente e l’altro lato cliente
tastiera
cassetto

Pluriservice propone 2 nuovi registratori telematici, il registratore telematico Apix 80 RT e il registratore telematico Diebold Nixdorf RT One che saranno disponibili rispettivamente da fine aprile e da fine marzo.

Scopriamo insieme le caratteristiche tecniche:

registratore-telematico-Apix 80 RT

Registratore telematico Apix 80 RT

(Disponibile da fine aprile)

Alimentazione esterna. Input: 100-240V 50-60 Hz. Output : +24V 1.75A 60W
– Tecnologia di stampa: Stampante termica con taglierina automatica
– Qualità di stampa: 7dot/mm
– Velocità di stampa: 220 mm/sec (Alta velocità)
– Carta: Utilizzare carta termica omologata per misuratori fiscali.
– Rotolo: Larghezza 80 mm +0 – 0,5 mm, diametro max. 83 mm
– Giornale Elettronico (DGFE): MicroSD

 Interfacce disponibili:
• 1 porta RJ11 per alimentazione cassetto 24V
• 2 porta seriali RS 232
• 1 porta Ethernet LAN
• 2 porta USB
• 1 porta USB OTG

– Condizioni ambientali: Temperatura di funzionamento 5 °C – 40° C
– Umidità relativa 35% – 85% senza condensa
– Dimensioni stampante: L 130 x P 140 x H 154 mm
– Peso: 1250 g
– Tastiera (opzionale): 40 tasti
– Display: LCD a torretta 2 righe per 20 caratteri alfanumerico

registratore-telematico-diebold-nixdofr

Registratore telematico Diebold Nixdorf RT One

(Disponibile da fine marzo)

STAMPANTE: Stampa Termica
VELOCITÀ DI STAMPA: 300 mm/s
QUALITÀ DI STAMPA: 576 dots/ linea – 8 dots/ mm
LARGHEZZA ROTOLO: 79,5 mm+/- 0.5 mm
DIAMETRO ROTOLO: diametro 83 mm
MECCANISMO DI STAMPA:
easy loading con taglierina automatica
TAGLIO SCONTRINO: taglio parziale
INTERFACCE:
• 1 seriale RS 232 con connettore RJ45
• 1 connettore RJ 11 per collegamento cassetto, 24 V.
• 1 Ethernet
• 1 connettore tastiera PS/2
• 1 USB Device
GIORNALE DI CASSA:
• DGFE interno certificato DN
• Long life: 14 milioni di righe

VERSIONI DISPONIBILI:
• Standard • Bluetooth • WiFi • GPRS

SENSORI:
• Fine carta [scarto 0]
• Temperatura testina
• Coperchio aperto

ALIMENTAZIONE:
• Tipo esterno.
• Input: 100-240V 50-60 Hz.
• Output: +24V 2.5A 60W

X